canti

CHIAMATI PER NOME

Veniamo da te chiamati per nome
Che festa, Signore, tu cammini con noi
Ci parli di te per noi spezzi il pane
Ti riconosciamo e il cuore arde, sei tu
E noi tuo popolo siamo qui

Siamo come terra ed argilla
E la tua parola ci plasmerà
Brace pronta per la scintilla
E il tuo spirito soffierà
C’infiammerà

Veniamo da te chiamati per nome
Che festa, Signore, tu cammini con noi
Ci parli di te per noi spezzi il pane
Ti riconosciamo e il cuore arde, sei tu
E noi tuo popolo siamo qui

Siamo come semi nel solco
Come vigna che il suo frutto darà
Grano del Signore risorto
La tua messe che fiorirà d’eternità

Veniamo da te chiamati per nome
Che festa, Signore, tu cammini con noi
Ci parli di te per noi spezzi il pane
Ti riconosciamo e il cuore arde, sei tu
E noi tuo popolo siamo qui

E noi tuo popolo
Siamo qui
Siamo qui

SERVIRE È REGNARE

Guardiamo a Te che sei
Maestro e Signore:
Chinato a terra stai,
Ci mostri che l’amore
È cingersi il grembiule
Sapersi inginocchiare,
Ci insegni che amare è servire.

Fa’ che impariamo, Signore da Te,
Che il più grande è chi più sa servire,
Chi s’abbassa e chi si sa piegare
Perché grande è soltanto l’amore.

E ti vediamo poi
Maestro e Signore,
Che lavi i piedi a noi
Che siamo tue creature;
E cinto del grembiule,
Che è il manto tuo regale,
C’insegni che servire è regnare.

Fa’ che impariamo, Signore da Te,
Che il più grande è chi più sa servire,
Chi s’abbassa e chi si sa piegare
Perché grande è soltanto l’amore.

AVE MARIA

Ave Maria, Ave.
Ave Maria, Ave.

Donna dell’attesa e madre di speranza
Ora pro nobis.
Donna del sorriso e madre del silenzio
Ora pro nobis.

Donna di frontiera e madre dell’ardore
Ora pro nobis.
Donna del riposo e madre del sentiero
Ora pro nobis.

Ave Maria, Ave.
Ave Maria, Ave.

Donna del deserto e madre del respiro
Ora pro nobis.
Donna della sera e madre del ricordo
Ora pro nobis.

Donna del presente e madre del ritorno
Ora pro nobis.
Donna della terra e madre dell’amore
Ora pro nobis.

Ave Maria, Ave.
Ave Maria, Ave.
Ave Maria, Ave.
Ave Maria, Ave.

L’UNICO MAESTRO

Le mie mani, con le tue, possono fare meraviglie.
Possono stringere, perdonare e costruire cattedrali.
Possono dare da mangiare e far fiorire una preghiera.

Perché Tu, solo Tu,
solo Tu sei il mio Maestro, e insegnami
ad amare come hai fatto Tu con me.
Se lo vuoi, io lo grido a tutto il mondo
che Tu sei, l’unico Maestro sei per me.

Questi piedi, con i tuoi, possono fare strade nuove,
possono correre, riposare, sentirsi a casa in questo mondo.
Possono mettere radici e passo passo camminare.

Perché Tu, solo Tu,
solo Tu sei il mio Maestro, e insegnami
ad amare come hai fatto Tu con me.
Se lo vuoi, io lo grido a tutto il mondo
che Tu sei, l’unico Maestro sei per me.

Questi occhi, con i tuoi, potran vedere meraviglie,
potranno piangere, luccicare, guardare oltre ogni frontiera.
Potranno amarti più di ieri, se sanno insieme a Te sognare.

Perché Tu, solo Tu,
solo Tu sei il mio Maestro, e insegnami
ad amare come hai fatto Tu con me.
Se lo vuoi, io lo grido a tutto il mondo
che Tu sei, l’unico Maestro sei per me.

Tu sei il corpo, noi le membra: diciamo un’unica preghiera.
Tu sei il Maestro, noi testimoni della parola del Vangelo.
Possiamo vivere felici in questa Chiesa che rinasce.

Perché Tu, solo Tu,
solo Tu sei il mio Maestro, e insegnami
ad amare come hai fatto Tu con me.
Se lo vuoi, io lo grido a tutto il mondo
che Tu sei, l’unico Maestro sei per me.

INVOCHIAMO LA TUA PRESENZA

Invochiamo la tua presenza vieni Signor.
Invochiamo la tua presenza scendi su di noi.
Vieni Consolatore e dona pace e umiltà.
Acqua viva d’amore questo cuore apriamo a Te.

Vieni Spirito, vieni Spirito, scendi su di noi!
Vieni Spirito, vieni Spirito, scendi su di noi!

Vieni su noi Maranathà, vieni su noi Spirito!

Vieni Spirito, vieni Spirito, scendi su di noi!

Vieni Spirito, vieni Spirito, scendi su di noi,
scendi su di noi.

Invochiamo la tua presenza, vieni Signor,
invochiamo la tua presenza scendi su di noi.
Vieni luce dei cuori dona forza e fedeltà.
Fuoco eterno d’amore questa vita offriamo a te.

Vieni Spirito, vieni Spirito, scendi su di noi!
Vieni Spirito, vieni Spirito, scendi su di noi!

Vieni su noi Maranathà, vieni su noi Spirito!

Vieni Spirito, vieni Spirito, scendi su di noi!

Vieni Spirito, vieni Spirito, scendi su di noi,
scendi su di noi…

LODE AL NOME TUO

Lode al nome tuo dalle terre più floride
Dove tutto sembra vivere lode al nome tuo.
Lode al nome tuo dalle terre più aride
Dove tutto sembra sterile lode al nome tuo.

Tornerò a lodarti sempre per ogni dono tuo
E quando scenderà la notte sempre io dirò:

Benedetto il nome del Signor
lode al nome tuo
Benedetto il nome del Signor
Il glorioso nome di Gesù.

Lode al nome tuo quando il sole splende su di me
Quando tutto è incantevole lode al nome tuo
Lode al nome tuo quando io sto davanti a te
Con il cuore triste e fragile lode al nome tuo

Tornerò a lodarti sempre per ogni dono tuo
E quando scenderà la notte sempre io dirò:

Benedetto il nome del Signor
lode al nome tuo
Benedetto il nome del Signor
Il glorioso nome di Gesù.

Tu doni e porti via tu doni e porti via
ma sempre sceglierò di benedire te.

Tornerò a lodarti sempre per ogni dono tuo
E quando scenderà la notte sempre io dirò:

Benedetto il nome del Signor
lode al nome tuo
Benedetto il nome del Signor
Il glorioso nome di Gesù.

Tu doni e porti via tu doni e porti via
ma sempre sceglierò di benedire te.

Tu doni e porti via tu doni e porti via
ma sempre sceglierò di benedire te.

SALVE REGINA

Salve Regina, Madre di misericordia.
Vita, dolcezza, speranza nostra, salve!
Salve Regina! (2v)

A te ricorriamo, esuli figli di Eva.
A te sospiriamo, piangenti
in questa valle di lacrime.
Avvocata nostra, volgi a noi gli occhi tuoi.
Mostraci, dopo quest’esilio,
il frutto del tuo seno, Gesù.

Salve Regina, Madre di misericordia.
O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.
Salve Regina!
Salve Regina, salve, salve!

Preghiera dei Foulard Bianchi

Dammi Signore,
quel che Ti rimane.
Dammi Signore
quello che non Ti si chiede mai.
Non Ti chiedo il riposo,
né la tranquillità,
non Ti chiedo la ricchezza,
né il successo, neanche la salute.

Tutto questo, Dio Mio,
Te lo chiedono talmente
che non ne avrai probabilmente più.

Voglio servire
la Madonna di Lourdes.
Voglio Servire gli ammalati e i pellegrini con pazienza,
carità e il sorriso.

Dammi quello, Signore,
definitivamente.
Ch’io sia sicuro di servire per lungo tempo poiché
non oserò chiedertelo forse sempre.

Dammi, Mio Dio,
quello che Ti rimane;
dammi ciò che gli altri
non ti chiedono.
Ma soprattutto dammi il coraggio
e fortifica la mia fede.