Cari fratelli Foulard Bianchi,

il tempo di Avvento procede rapido, abbiamo già acceso la 3° candela e solennizzato la Vergine Immacolata: possano questi ultimi giorni in preparazione al Natale del Signore Gesù trovarci con le lampade accese della Fede, della Speranza e della Carità.

Il Natale del Signore ancora una volta si presenta a noi nella semplicità del presepio e ci chiede solamente la disponibilità di acconsentire che la Grazia orienti tutta la nostra vita.

San Francesco 800 anni fa, a Greccio, fece per la prima volta la rappresentazione del presepio: non erano posizionate delle statue, ma persone che diedero il loro assenso per rappresentare la Natività.

La letizia, la semplicità e la santità di San Francesco ci aiutino ad essere persone che si accostano al Bambino Gesù, che ancora una volta la Vergine Maria ci presenta e ci chiede di accoglierlo non a Betlemme, ma nella nostra vita di tutti i giorni.

In questo tempo segnato da tante problematiche e tensioni internazionali che ci preoccupano non poco e che rischiano alle volte di avvolgere le nostre vite con le nebbie dello sconforto, guardiamo a Lui, il Signore della storia che può dissipare ogni tenebra e donarci tempi di pace e serena letizia.

Il Natale del Signore doni a tutti noi e alla nostra Comunità F.B. la gioia intima e coinvolgente che il Signore sa infondere in coloro che lo cercano.

Buon Natale e sereno anno nuovo.

Don Maurizio, Silvana e Lanfranco