SERVIZIO E UMILTÀ

Da anni, leggendo al mattino le preghiere al cerchio degli Scouts, prima di iniziare il servizio, giunge immancabile al mio orecchio l’espressione: Aiutami, o Signore, a vincere il mio egoismo e la mia voglia di apparire.

A queste parole mi sento a disagio e mi guardo attorno come se in quel momento gli occhi di tutti i presenti si fi ssassero su di me; invece tutti proseguono assorti la lettura.

Da anni ho l’impressione che questa frase sia stata aggiunta ad hoc, per me. Infatti questo vincere la mia voglia di apparire mi ha sempre fatto l’effetto di una frecciata che corra diretta alla mia anima, e questo mi addolora e mi preoccupa.

Perché?…

Perché ho sempre sentito che questa frase turbava l’equilibrio del mio cuore vivace ed entusiasta; perché ho sentito e sento che non riuscirò a vincere questa voglia di apparire, quel poco di bene che posso fare, questo mio servizio di capo e di Foulard Bianco, sarà un bene offuscato, un servizio annullato.

Capisco che se non riuscirò a superare questo scoglio, la scala dei valori si invertirà: l’io per gli altri diventerà gli altri per me.
Nonostante questa tendenza sregolata, Dio sa che nel profondo della mia anima io sono spinto verso gli altri, verso di Lui; e nella sua bontà saprà comprendere e perdonare.

Ma fino a che punto?

È un esame di coscienza, il mio, carissimo fratello FB, che mi tocca da vicino e che sottopongo ai tuoi pensieri, ai tuoi sentimenti, affi nché andando a Lourdes ti soffermi anche tu a meditare.

Eh sì, perché andando a Lourdes la voglia di apparire si presenta più imperiosa. In fondo è abbastanza facile fare per cinque giorni fare l’eroe sotto gli occhi compiaciuti delle dame, degli ammalati e dei pellegrini.

È senz’altro più facile per un giovane portare dieci carrozzelle in una sola volta, correre e scattare per tutta la giornata, sollevare e trasportare ammalati, che sentire il vero signifi cato del nostro servizio -questo nostro meraviglioso servizio che fonda le sue basi sull’umiltà e sull’amore.
Questo è il fondo dello spirito a cui l’Hospitalitè Notre Dame di Lourdes si ispira: e tu stesso più volte avrai osservato, guardandoti attorno, quanto sia difficile realizzarlo anche per coloro che dovrebbero una indicarti una via ed esserti di esempio.

Troppe persone sono spinte a Lourdes per vivere i loro giorni da leone e messi a capo di un servizio se sentono dei piccoli Ras. Così i giorni dell’umiltà si tramutano in giorni di gloria che non è la gloria di Dio. Ecco che è avvenuta l’inversione dei valori; una cosa meravigliosa e diventata meschinità.

Dio nella Sua bontà saprà trovare il buono in mezzo a tanta umanità?

Soffermati, fratello FB, a meditare con me.

Luciano

TIMELINE

CRONOLOGIE