Sabato 10 e domenica 11 febbraio si è tenuto a Ca’ Forneletti (VR) un bellissimo incontro di conoscenza tra le Comunità Foulard Bianchi del Triveneto e della Lombardia, con la partecipazione anche dei responsabili nazionali, per un totale di oltre 50 presenze.

Nel primo pomeriggio, dopo il cerchio di presentazione, come “gioco”, ci siamo divisi in piccoli gruppi, formati dai colori dei nastrini che ci erano stati consegnati casualmente all’arrivo.

Le due Comunità erano così mescolate ed ognuno presentava la propria, confrontandoci a vicenda.

Le conoscenze così realizzate sono state poi condivise nel grande gruppo.

Poco dopo fra’ Federico, AE della Lombardia, ha celebrato la Santa Messa. Alle ore 18.00 ci siamo collegati via internet con la Grotta di Lourdes per recitare insieme il santo Rosario.

La cena è stata preparata e servita dalla comunità lombarda con specialità della propria regione.

La prima giornata è terminata con un simpatico fuoco di bivacco dove la conoscenza reciproca si è approfondita.

Al mattino della domenica il responsabile nazionale, Lanfranco, ha efficacemente illustrato il parallelismo tra la “marianità” di Lourdes e quella di Loreto.

È stata poi la volta dei promotori e fondatori dell’Associazione Forneletti, che ha sede nella casa in cui eravamo ospiti, descrivendo esaurientemente sia la storia della casa che dell’associazione.

Hanno poi preso la parola i due responsabili nazionali: Silvana Tansini e Lanfranco Gioia, presentando gli obiettivi che desiderano siano perseguiti da tutti i FB d’Italia, tenendo presente il nostro particolare servizio verso i giovani e verso i più deboli.

Ricordando che era proprio l’anniversario della prima apparizione, è stata fatta una piccola processione recitando le preghiere e le riflessioni che erano state preparate in precedenza.

È vero che il tempo era piovigginoso ma, come ci piace ricordare, il sole era nei nostri cuori.

L’incontro è terminato con un pranzo preparato e servito, questa volta, dalla comunità del Triveneto che ha presentato alcun piatti tipici regionali.

Questo scambio di prelibatezze è stato molto apprezzato e gustato con tanto entusiasmo.

E poi? Le foto di rito, lo scambio di apprezzamenti per questa occasione d’incontro, promesse di ulteriori incontri futuri e quindi il ritorno alle proprie sedi con ancora in bocca, non tanto il sapore dei cibi gustati quanto, e ancor di più, il gusto di cose buone che rimane quando si è fatta un’esperienza che ha lasciato il segno e ci ha fatto sentire meglio e più fratelli.

Francesco Raggi
Comunità FB Lombardia